in conformità alla Prassi di Riferimento

UNI/PdR 125:2022 | Redatto e verificato da RSI | Approvata da DG | Data Approvazione: 01/07/2023

POLICY PER LA PARITÀ GENERE

1 Policy per la Parità di Genere

La Politica per la Parità di Genere (di seguito anche la “Politica”) di Piergiorgio Frassati Spa definisce i principi, gli obiettivi e le indicazioni guida che definiscono l’impegno della Società nei confronti dei temi relativi alla parità di genere.   

La Politica per la Parità di Genere è stata definita dalla Direzione, in coordinamento con il Comitato Guida per la Parità di Genere, è rivolta a tutti i dipendenti e condivisa con l’obiettivo di avere un impatto maggiore nella propria rete.  

Piergiorgio Frassati Spa, tramite l’implementazione di un Sistema di Gestione per la Parità di Genere, conforme alla UNI/PdR 125:2022, e una cultura fondata sul rispetto e sulla valorizzazione della diversità di genere, età, origine, sociale, religiosa, idee politiche, abilità psicofisiche, identità ed orientamento sessuale, si impegna:  

  • a diffondere la cultura dell’inclusione e della non discriminazione attraverso l’informazione e la formazione aziendale; 
  • a comunicare in modo trasparente la propria volontà di perseguire la parità di genere; 
  • a definire i KPI per verificare e misurare le azioni di parità di genere; 
  • a garantire l’utilizzo di comportamenti e di linguaggio in grado di garantire un ambiente di lavoro inclusivo e rispettoso delle diversità di genere; 
  • ad individuare iniziative che valorizzino l’esperienza della genitorialità tutelando la relazione tra il personale e l’azienda prima, durante e dopo la maternità/paternità; 
  • a nominare un Comitato Guida per l’efficace adozione e applicazione della presente Politica per la Parità di Genere; 
  • ad assegnare il budget necessario al raggiungimento e il mantenimento degli obiettivi del “Piano Strategico”; 
  • a creare e mantenere un ambiente di lavoro, inclusivo, collaborativo, solidale, trasparente e aperto all’ascolto di tutto il personale.   

In particolare:  

  • Processo di selezione e assunzione: l’organizzazione si impegna ad assumere persone perseguendo la parità di genere, in fase di selezione attraverso l’individuazione di una rosa di candidati tendenzialmente paritetica uomo-donna. Allo stesso tempo, la Società si impegna a sottolineare l’importanza della meritocrazia: esperienze, capacità e competenze guidano nella scelta dei migliori candidati. 
  • Sistema di valutazione del personale: Il sistema di valutazione del personale incentiva il dialogo costante tra l’organizzazione e il proprio personale, favorendo ed incentivando un confronto costruttivo volto alla responsabilizzazione grazie all’utilizzo del feedback inteso come miglioramento continuo.   
  • Formazione e sviluppo professionale: l’organizzazione si impegna ad offrire pari opportunità di sviluppo senza alcuna discriminazione di genere. Nello specifico, vengono sensibilizzati tutti i responsabili di risorse sui temi legati alla parità di genere ed ai pregiudizi inconsci.  Infine, l’organizzazione si impegna a coinvolgere, in maniera equa, in tutte le iniziative e percorsi formativi sia donne che uomini.  
  • Equilibrio vita-lavoro: l’organizzazione si impegna a migliorare l’equilibrio vita-lavoro del suo personale attraverso l’introduzione e la formalizzazione del lavoro agile, supportando i dipendenti durante e dopo periodi di lunga assenza dal lavoro, evitando qualsiasi discriminazione durante e dopo il congedo, consentendo di rimanere in contatto con la Società durante lo stesso e favorendo il reinserimento al termine. Infine, l’organizzazione si impegna a prevenire le molestie sessuali nei luoghi di lavoro attraverso un percorso dedicato di sensibilizzazione sulle molestie di genere che crei consapevolezza nelle persone e le guidi nei comportamenti quotidiani.  

L’organizzazione ha definito i seguenti temi nel “Piano Strategico”, per ciascuno dei quali il Comitato Guida identifica e monitora specifici KPI: 

  • cultura e strategia; 
  • governance; 
  • processi HR; 
  • opportunità di crescita ed inclusione delle donne in azienda; 
  • equità remunerativa per genere; 
  • tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.  

L’organizzazione incoraggia la segnalazione, anche in modalità anonima, delle proprie opinioni, di suggerimenti per il cambiamento dell’organizzazione volti a favorire il dialogo e il confronto e di situazioni di: 

  • abuso fisico, verbale e digitale (molestia) nei confronti dei/delle dipendenti; 
  • molestie sessuali nei confronti dei/delle dipendenti; 
  • discriminazioni in fase di selezione ed assunzione; 
  • discriminazioni in materia di pari opportunità nello sviluppo professionale e nelle promozioni; • mancato rispetto dei diritti spettanti ai/alle lavoratori/lavoratrici in ambito di genitorialità e cura; 
  • mancato rispetto dei diritti spettanti ai/alle lavoratori/lavoratrici in ambito conciliazione dei tempi di vitalavoro; 
  • disparità retributiva;

A tale fine, è stata predisposto uno specifico canale di comunicazione ( da specificare) accessibile da tutti i dipendenti in modo anonimo e gestito da una società terza, la quale comunica in modo tempestivo all’HR Director ogni segnalazione inviata. 

L’organizzazione istituisce e attua piani di formazione rivolti al proprio personale atti a sensibilizzare l’organizzazione sul tema della parità di genere.

La presente Politica viene resa disponibile nel sito web, revisionata e confermata periodicamente sulla base degli accadimenti, cambiamenti e risultati dei monitoraggi e delle verifiche.